Monica Rimondi

 

Ha iniziato la sua formazione in danza classica e moderna presso il Centro Danza Nemea e il Dance Studio di Bologna approfondendo in seguito a Parigi lo studio delle tecniche moderne e contemporanee. Ha continuato e arricchito la sua formazione in danza contemporanea e sperimentato differenti approcci al movimento partecipando a workshop, seminari e training intensivi in vari paesi d’Europa. Ha studiato tra gli altri con: Peter Goss, Corinne Lancelle, Pierre Douissaint, Frey Faust, Ivan Wolfe, David Zambrano, Howard Katz Fireheart, Inaki Azpillaga, Yuval Pick, Ted Stoffer, Stephen Petronio (danza contemporanea) – Mylton Myers, Sara Stockhouse, Ismael Ivo, Carlos Orta, Larrio Ekson (tecnica moderna) – Susanne Linke, Antonella Bertoni (teatrodanza) – Keith Hennessy, Giorgio Convertito, Susanne Martin, Elizabeth Corbett, Randy Warshaw, Andrew De L. Harwood (improvvisazione, contact e partnering) – Richard Haisma, Catherine Cordier (composizione e coreografia) – Luis Bernardo Ribeiro, Yuriko Matsuyama (tecnica classica) – Ko Morobushi, Isako Horikawa (Butoh) – Natalie Romer, Michel Dussauchoy (tai chi chuan e ki-aikido) – Teri J. Weikel, Chrysa Parkinson, Judith Grodowitz (metodo Feldenkrais e tecnica Alexander) – Piero Vivarelli, Mia Laurence, Natalie Romer (yoga).

Ha lavorato come danzatrice con il Gruppo Dimensione Teatro di Ravenna e con la Compagnia del Laboratorio L’Angelo e il suo Doppio dell’Università di Bologna. Ha danzato in varie produzioni della Compagnia Spazi Danza di Bologna e partecipato come creatrice e performer al progetto “Rebus” con il Gruppo Novissima Giovani Coreografi.

Dopo una lunga esperienza didattica in propedeutica alla danza, danza moderna e contemporanea, nel 1996 ha fondato a Bologna il Centro Studi Spaziodanza, di cui è direttrice artistica e dove attualmente conduce corsi di formazione e di perfezionamento in danza contemporanea, laboratori coreografici, laboratori di ricerca sul movimento, contact improvisation e partnering.

L’insieme delle diverse esperienze e contaminazioni maturate nel percorso artistico l’hanno portata a sviluppare un suo personale lavoro di ricerca e a fondare nel 2004 la Compagnia Fibre con cui ha intrapreso progetti coreografici performativi e insieme alla quale continua la sua attività di sperimentazione e creazione. Le principali realizzazioni coreografiche: 1997 –  “L’altro corpo” – rassegna NostraDea – Teatro San Martino, Bologna; 1998 –  “ Motum” – rassegna Le Notti Bianche – Chiostro San Martino, Bologna; 2003 – “Controverso” – Teatro delle Celebrazioni, Bologna; 2008 – “Faser” – Teatro Arena del Sole sala InterAction, Bologna; 2009 – “Spine” – Teatro delle Celebrazioni, Bologna; “Segue” – Danza installazione per l’incontro artistico “Luogo In-Interrotto”, rassegna La Voce del Corpo – Accademia delle Belle Arti, Bologna. Negli ultimi anni ha realizzato, sempre con la sua Compagnia Fibre, diverse performance in spazi urbani, sia nel centro storico di Bologna che in zone più periferiche o commerciali come il Fiera District.

 

spazio-1