Maria Susca

Inizia il suo percorso di studio della danza classica e contemporanea nel 1995, presso la Galleria della Danza, nella sua città, Mola di Bari.

Una volta trasferitasi a Bologna frequenta le lezioni di Nicola Laudati, dedicandosi all’approfondimento del floor work e release tecnique. La ricerca sul movimento trova spazio di realizzazione in progetti di condivisione e scambio con altri coreografi e danzatori, assumendo una natura multidisciplinare e sperimentale, come la residenza per autori Con.divisione, a Mola di Bari, alla quale prende parte sia come artista che come curatrice di tutti gli aspetti riguardanti il movimento. Approfondisce i suoi studi con vari insegnanti, tra cui: Virgilio Sieni, Simona Bertozzi, Bruno Caverna, Silvia Humalia, Yoko Higashino, Dino Verga. Studia Yoga negli stili Iyengar, Kundalini, Raja. L’interesse per la Contact e l’improvvisazione è confluito naturalmente nella sperimentazione di diverse arti che implicassero l’ascolto e l’interazione con l’altro, la preferita tra tutte: il tango, di cui prende lezioni con grandi danzatori internazionali come Ariadna Naveira e Fernando Sanchez, German Salvatierra e Gaia Pisauro. Parallelamente Maria sviluppa il suo interesse per divulgare e condividere l’amore per la danza con i piccolissimi, e dopo diverse esperienze come assistente dal 2014 è insegnante di danza e di espressione corporea per bambini in diverse scuole della città.

 

mariasusca