Daniele Fortuna

 

Daniele Fortuna inizia a studiare all’età di 6 anni e nel corso degli anni apprende varie discipline coreutiche: danza classica, lyrical jazz, danza contemporanea, hip-hop, break dance e latino americani.

Dimostra da subito una spiccata personalità nella movimento e all’età di 16 anni può già vantare ben 3 titoli nazionali in competizioni organizzate dalle U.I.S.P.

Trasferitosi a Bologna prosegue la sua formazione presso la scuola “Endas Ensamble G.Barbieri” con Marika Mazzetti e Sofia Quagiotto. Numerose in questo periodo le sue apparizioni in musical con la compagnia Undicimenodue in ruoli da ballerino e solista cantante-ballerino.

Vincitore di una borsa di studio offerta dal “Balletto di Toscana” di Cristina Bozzolini, ha la possibilità di approfondire lo studio della danza classica, tecnica classica maschile e danza contemporanea con insegnanti di chiara fama come Eugenio Buratti, Roberto Sartori, Victor Litvinov, Eugenio Scigliano, Frederic Olivieri, Mauro Bigonzetti, Fabrizio Monteverde, e Mauro Astolfi.

Nel 2005 viene ammesso alla Rotterdam Dance Academy. Qui ha modo di studiare con i più importanti insegnanti provenienti da tutta Europa, Asia, e America, e
di conoscere tecniche quali Cunningham, Graham, Limòn, Release Technique, Laban, floor-work, Counter Technique, Feldenkrais, e Pilates. Lavora in progetti con Dylan Newcomb (Nederlands Dans Theater), Amy Raymond (Frankfurt Ballet, Forsythe), e Jungun Jang.

Dopo un infortunio si avvicina ancora di più al Metodo Pilates e si diploma presso il Pilates Institute diretto da Michael King, e prosegue il suo percorso formandosi con Jolita Trahan (Second Generation Pilates Master), e diplomandosi anche con il programma della Pilates Method Alliance, istituzione Americana che esamina percorso di studi e competenze degli insegnanti di Pilates in tutto il mondo. Negli anni a seguire si interessa alla posturologia, conseguendo l’abilitazione all’insegnamento presso la scuola di posturo-cinetica diretta dalla Dott.ssa Franca Rossi e dal Dott. Vittorio Bellei, ortopedico e specialista in patologie dell’apparato locomotore.

Certificato alla Rotterdam Dance Academy, e rientrato in Italia, partecipa alla produzione del Maestro Franco Gervasio dal titolo “Dreaming G”, progetto interculturale che ha vantato performances alla Biennale di Venezia e al Modern Museum di Istambul.
Lavora poi nella compagnia “La Fabbrika della Danza” (solista
) di Laura Bellei, “La Belle Epoque” (primo ballerino) di Giorgio Tazzari, “Compagnia della Quarta” di Mario Coccetti, “Compagnia DNA” di Elisa Pagani, e come freelancer in produzioni come “Il Lago dei Cigni” (primo ballerino) al Teatro Alighieri di Ravenna, “Recondita Armonia” e “Navis” (solista) su coreografie di Arturo Cannistrà.
Vince nel Luglio 2012 una borsa di studio che gli consentirà di seguire il lavoro del coreografo Nacho Duato presso il “Real Conservatorio Professional de Danza” a Madrid.

daniele2